SXSW 2024, la serata "Spritz Tech & Sounds" chiude la missione italiana a Austin

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Un brand da valorizzare sui mercati internazionali. L’ingegno italiano nell’arte e nella tecnologia si racconta a Austin, in Texas, per la serata-evento organizzata durante South by Southwest (SXSW) – appuntamento che unisce festival musicali e cinematografici a un expo di imprese innovative – dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, a completamento delle attività di supporto alle 12 startup accompagnate alla manifestazione. Una serata che ha raccontato la creatività made in Italy a tutto tondo, con tre esibizioni di alcuni degli artisti italiani presenti a SXSW ad accompagnare i pitch degli innovatori di fronte a più di 300 stakeholder presenti, tra giornalisti e addetti del settore tech e dell’industria dello spettacolo.

All’interno del Creative Industries Expo, una “fiera nella fiera” organizzata nelle 4 giornate centrali di SXSW e dedicata all’innovazione tecnologica, le startup hanno avuto modo di entrare in contatto con i principali attori dell’industria creativa globale. La serata “Spritz, Tech & Sounds” organizzata al Parkside di Austin nella serata di martedì 12 marzo, ha rappresentato un’occasione in più per gli innovatori italiani per entrare in contatto con numerosi rappresentanti dell’industria tech in un contesto informale.

Tante le soluzioni presentate dalle startup: dalla “sentinella digitale” che grazie all’AI rileva gli incendi sul nascere all’app per il car sharing tra privati, che mette in contatto chi ha un’auto ma la usa poco, e chi non ha un’auto ma ne ha bisogno ogni tanto. Ma anche piattaforme AI per il retail e l’industria e, restando in ambito artistico-musicale, un vero e proprio sistema operativo per audiofili che integra tutte le funzioni per l’ascolto di musica digitale disponibili tra le varie piattaforme.

Dopo i pitch le esibizioni degli artisti italiani invitati: la cantautrice palermitana Aurora D’Amico, la romana Daniela Mariti, in arte Danxgerous, e la band torinese Plastic Palms.

L’expo è rimasto aperto nelle 4 giornate centrali di South by Southwest (tra il 10 e il 13 marzo, mentre il festival si svolge tra l’8 e il 16 marzo), mettendo insieme aziende innovative da tutto il mondo, per offrire una prospettiva su come la creatività, attraverso la tecnologia, cambierà la società nei prossimi anni. L’Italia è tornata alla manifestazione texana dopo la prima partecipazione dello scorso anno con un padiglione che ha accolto 12 startup innovative.

Le startup

AR Market, Èlevit, Ganiga, Hòra, MYWAI, Pinpoint, Retail Hub, SLY, The Nemesis, TMP Group, Volumio, Volvero. Le abbiamo raccontate qui.

Ti potrebbe interessare