Innovazione, affare da uomini: solo il 13,3% delle startup a guida femminile

gdpr
Gdpr, come adeguare il tuo sito in modo semplice e veloce
8 marzo 2019
Mindesk, da Bari a San Francisco (e round da 900 mila dollari)
11 marzo 2019

L’innovazione è ancora un affare da uomini. In Italia, secondo il rapporto di Infocamere sulle startup relative al quarto trimestre del 2018, le società innovative guidate da donne sono una piccola minoranza: 1300 su 9758. E sono una quota ancora minore rispetto al già basso numero di aziende (non innovative) con management al femminile.

«Guardando alla composizione delle compagini sociali – si legge nel report – le startup innovative con una prevalenza femminile, ossia, in cui le quote di possesso e le cariche amministrative sono detenute in maggioranza da donne, sono 1300, il 13,3% del totale»

L’incidenza, spiega Infocamere, è «nettamente inferiore rispetto al 22,2% osservato prendendo in esame l’universo delle neo-società di capitali. Le startup innovative in cui almeno una donna è presente nella compagine sociale sono 4210, il 43,1% del totale: una quota anch’essa inferiore, seppur in minor misura, a quella fatta registrare dalle altre nuove società di capitali (47,7%)».