Non solo Sassi: con T3 Innovation la Basilicata guarda al futuro

Ping-Ram, ecco l’app per «spiare» i social di chi ti sta accanto
23 agosto 2018
finanziamento
Imprese, sempre meno giovani al comando
27 agosto 2018

Technology, Transfer, Transformation. Ovvero T3 Innovation, l’hub di trasferimento tecnologico all’avanguardia voluto dalla Regione Basilicata. Un anno dopo l’apertura c’è soddisfazione. Si parla di «scommessa vinta». Lo dicono i dati che il sito della struttura, ospitata nel campus dell’Università della Basilicata, riporta sul proprio sito: 183 imprese coinvolte, 125 startup, 92 gruppi di ricerca. E le imprese coinvolte fanno parte delle 5 aree di specializzazione messe nel mirino dalla strategia di sviluppo regionale: aerospazio (15% ), automotive (15% ), bioeconomia (21%), energia (21%) e industria culturale e creativa (28%). Le esigenze di innovazione riscontrate evidenziano una forte propensione all’adozione di soluzioni che implementino le più moderne tecnologie, come Internet delle cose (Iot) o l’intelligenza artificiale, oltre all’utilizzo di prototipi digitali in grado di creare valore economico dalla gestione dei dati produttivi aziendali.

Ma come è nata la scommessa di T3 Innovation? Il tutto è partito da una procedura di evidenza pubblica, pubblicata a dicembre 2015 sulla Gazzetta Ufficiale e indetta dalla Regione Basilicata “per l’affidamento del servizio di consulenza strategica e gestionale in materia di trasferimento tecnologico finalizzato alla valorizzazione delle potenzialità di innovazione del sistema produttivo della regione Basilicata”, per un importo complessivo di 10 milioni di euro. L’aggiudicazione definitiva a dicembre 2016 da parte di un Raggruppamento temporaneo di imprese (Rti), formato da PriceWaterhouseCoopers Advisory spa (Pwc), il premium partner italiano di Google Cloud Noovle, l’incubatore del Politecnico di Torino I3P e l’agenzia di media e comunicazione Reti. Un importo complessivo aggiudicato di otto milioni e 190mila euro e una pianificazione delle attività su 36 mesi.

T3 Innovation ha il compito di fornire servizi di consulenza strategica e gestionale in materia di trasferimento tecnologico a tutti gli attori dell’ecosistema dell’innovazione lucano: imprese, operatori della ricerca, inventori, startup.

L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare i percorsi di ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione del sistema produttivo e della conoscenza regionale, provvedendo a:

  • Promuovere gli investimenti delle imprese in Ricerca & Innovazione
  • Stimolare la nascita di nuovi progetti imprenditoriali
  • Aumentare la capacità di networking e di internazionalizzazione
  • Valorizzare gli asset strategici del sistema dell’innovazione regionale

Per l’erogazione dei servizi di consulenza strategica e gestionale, T3 Innovation si avvale di Kit2b, una piattaforma digitale interamente dedicata al management dell’innovazione. La piattaforma, sviluppata in esclusiva da PwC e Google Cloud, fornisce agli utenti un set di strumenti innovativi in grado di supportare l’erogazione dei servizi e la collaborazione con gli Innovation Advisors di T3 Innovation.