Bolzano Slush'D, già 300 preiscrizioni: biglietti al via per la prima edizione italiana dell'evento europeo

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Oltre 300 preiscrizioni in pochissime settimane, un grande interesse delle startup, con già 5 incubatori che hanno creato “missioni collettive” per partecipare: forti di questo interesse gli organizzatori di Bolzano Slush’D hanno aperto la vendita dei biglietti per l’evento senza precedenti nel panorama italiano dell’innovazione e dell’imprenditoria, ospitato da NOI Techpark e Fiera Bolzano il 3 settembre 2024 a Bolzano.

Il capoluogo altoatesino accoglierà per la prima volta in Italia Slush’D, appuntamento che punta a creare un ponte tra i principali attori dello startup ecosystem locale, nazionale e internazionale, con particolare attenzione alla regione DACH (Germania, Austria, e Svizzera). Bolzano Slush’D si propone come catalizzatore di idee e innovazione offrendo la possibilità di incontrare professionisti like-minded che condividono un obiettivo comune: dare forma al futuro. Quattro i focus della prima edizione italiana: Climate & Greentech, Food & AgTech, Digital & Automation, Sport & Mountain Tech.

«L’alto numero di preiscrizioni che abbiamo ricevuto in poco tempo, oltre ai tanti incontri effettuati con persone interessate a partecipare, ci ha confermato come Bolzano Slush’D sia stato subito percepita come un’occasione importante da investitori, aziende e startup – spiega Cristian Frigo, Co-founder e Ceo di Bolzano Slush’D -. Porteremo a Bolzano speaker ed investitori di prim’ordine, figure di spicco nel panorama mondiale dell’innovazione e dell’imprenditoria, pronte a condividere la loro esperienza, le loro visioni per il futuro e guidare il dibattito sulle sfide e le opportunità legate alle tecnologie. Tra loro Michael Brehm, founder di Redstone, Claudio Erba, founder di Docebo, Frédéric du Bois-Reymond, partner di Early Bird, Gianluca Dettori, chairman di Primo Ventures, Daniele Francescon, founder di Serenis, Lucrezia Lucotti, partner di 360 Capital, Claudia Pingue, responsabile Fondo Technology Transfer di CDP Venture Capital e Davide Dattoli, Ceo di Talent Garden».

I biglietti, disponibili a questo link, sono suddivisi in tre pacchetti: uno per i futuri imprenditori, inclusi gli studenti e ricercatori che beneficeranno di uno sconto speciale, uno per le startup e uno per gli investitori.

La prima edizione di Bolzano Slush’D è patrocinata dalla Libera Università di Bolzano, dall’Università degli Studi di Trento e dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. La giornata sarà caratterizzata da un ricco programma di attività che include round tables, opportunità di networking, presentazioni di startup e aziende innovative, scoperta di nuovi talenti e numerose iniziative dedicate agli investitori. La prima parte dell’evento si svolgerà al NOI Techpark, un polo di innovazione tecnologica dove convergono lavoro e ricerca. La serata invece, avrà luogo in Fiera Bolzano con una cena al Four Points by Sheraton dedicata agli investitori e un after-party, festa di chiusura dell’evento.

Gli sponsor

A supportare la riuscita della prima edizione di Bolzano Slush’D c’è una rete di sponsor che ha scelto di investire sull’evento dedicato all’innovazione. Tra gli ecosystem supporters 2100 VC, Plug & Play, Italian Tech Alliance, Growth Capital VC, Italians in VC, Loyal VC, Zest Group, Baby VC, Bocconi for Innovation, Trentino Sviluppo, Azienda di Soggiorno e Turismo Bolzano, Four Points by Sheraton Bolzano, Early Bird, Wylab, Italians in VC, Redstone, Eden Ventures, MiVC, Novaterra. Gli sponsors ufficiali sono invece LDV20 (Powered by Cassa di Risparmio), Konzept Partners, Dentons e molti altri.

 

In copertina: l’ultima edizione di Slush a Helsinki. Photo credits: Samuli Pentti

Ti potrebbe interessare