Voucher digitalizzazione Pmi, domande online dal 30 gennaio

Fondo Itatech, Padoan: sì ai gestori esteri, ma il 90% va investito in Italia
26 ottobre 2017
Startup online: Stato batte notai. Ma senza turnover non c’è innovazione
30 ottobre 2017

Un aiuto di dimensioni ridotte, a tagliato su misura per le micro imprese: i voucher digitalizzazione Pmi, varato dal Ministero dello sviluppo economico con decreto del 24 ottobre e finanziato con 100 milioni di euro da fondi Pon, danno alle aziende fino a 10mila euro coprendo il 50% di un investimento in direzione della digitalizzazione e dello smart working.

digitalizzazione digitale computerIn particolare, il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware o servizi specialistici che consentano d migliorare l’efficienza aziendale, modernizzare l’organizzazione del lavoro con strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro, sviluppare soluzioni di e-commerce, fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet satellitare, realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Una riserva speciale, pari al 5% del fondo, è destinata alle micro, piccole e medie imprese in possesso del rating di legalità. Le domande potranno essere effettuate sul sito del Mise dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018: tutte le domande saranno prese in considerazione, non sarà quindi un “click day” in cui i più passeranno solo i più veloci. I dettagli su come partecipare si trovano sul sito del Mise a questo link.