Unicorni, Cina batte Usa per il valore delle nuove startup miliardarie

Ces 2018
La prima volta del Made in Italy al Consumer Electronics Show
11 gennaio 2018
blockchains for social good
L’Unione Europea lancia un premio da 5 milioni per applicazioni blockchain
16 gennaio 2018

unicornoLa Cina batte gli Stati Uniti per il valore delle startup miliardarie che nel corso del 2017 hanno superato la valutazione di un miliardo di dollari. Sono gli “unicorni”, animali mitologici assurti a simbolo della “selezione della specie” attuata dal mercato fra le migliaia di proposte di innovazione. È Affari & Finanza di Repubblica a pubblicare oggi 15 gennaio la classifica dei nuovi unicorni emersi nell’anno appena passato. La cronaca di un sorpasso del colosso asiatico nei confronti degli Usa.

Gli unicorni nel 2017 sono stati in tutto il mondo 57, un dato in crescita rispetto al 2016 (erano 43) anche se inferiore al record del 2015 (81 unicorni). La maggior parte di essi ha sede negli Usa (32), seguono Cina (18), Regno Unito (4) e, con un unicorno a testa, Emirati Arabi, India e Indonesia. Latita l’Unione Europea, Italia compresa.

Ma se guardiamo al valore attribuito alle startup di successo ecco che si materializza il sorpasso cinese. La valutazione complessiva dei 18 unicorni del gigante asiatico ammonta a 57,6 miliardi di dollari, mentre la valutazione delle statunitensi ammonta a 48,7 miliardi.

La top 10 degli unicorni nel 2017

Ecco le prime dieci startup che nel corso dell’anno hanno superato la valutazione di un miliardo di dollari.

  1. Toutiao (20 miliardi – Cina), il primo aggregatori di notizie della Cina
  2. Lianjia.com (6 miliardi – Cina), agenzia immobiliare online
  3. Outcome Health (5,5 miliardi – Usa), azienda tecnologica in ambito sanitario
  4. NIO (5 miliardi – Cina), produttore di auto elettriche
  5. Baic Bjev (4,2 miliardi – Cina), divisione elettrica del produttore statale di auto Baic
  6. Cantab Research (3,7 miliardi – Regno Unito), software per le test cognitivi
  7. Powerchord Group (3,2 miliardi – Usa), soluzioni digitali per i network di vendita
  8. Mobike (3 miliardi – Cina), piattaforma di bike sharing “libero”
  9. OFO (3 miliardi – Cina), piattaforma di bike sharing “station-free”
  10. Sensetime (3 miliardi – Cina), dispositivi di face detection