Thalathon, ecco il primo hachkathon dedicato alla talassemia

Commissone europea
InvestHorizon, al via il programma per scaleup finanziato dalla UE
9 gennaio 2020
Credito alle startup, accordo tra Digital Magics e Banco Bpm
22 gennaio 2020

Sono aperte da 13 gennaio 2020 le candidature per partecipare a Thalathon, l’hackathon dedicato alla talassemia, promosso dalla casa farmaceutica Novartis in collaborazione con H-Farm, che si rivolge a studenti, neolaureati e giovani professionisti per identificare idee innovative a supporto dei pazienti affetti da questa malattia. L’iniziativa si terrà il prossimo 24 gennaio a Roncade nella sede dell’incubatore trevigiano. Sarà una maratona di idee di 24 ore, aperta fino a 100 partecipanti che, divisi in team e supportati da mentor, si cimenteranno in tre sfide per sviluppare soluzioni in grado di coniugare clinica e nuove tecnologie e migliorare la vita dei malati.

Thalathon è il risultato di un percorso, durato circa un anno, durante il quale attraverso ricerche e interviste sono stati approfonditi i bisogni delle persone affette da talassemia, di coloro che li assistono e dei medici che si occupano di questa patologia. I dati e le informazioni raccolti sono diventati il punto di partenza del workshop di co-design, moderato da H-Farm, che ha visto la partecipazione dei clinici e dello staff di Novartis e di Elma Research, durante il quale sono state definite le sfide dell’hackathon.

I partecipanti a Thalathon, suddivisi in gruppi di lavoro supportati da facilitatori di H-Farm e da tre mentors, referenti clinici con competenze specifiche, si cimenteranno su tre brief: la valorizzazione del tempo trascorso dai pazienti in ospedale, durante le terapie; lo sviluppo di strumenti tecnologici per la gestione della terapia; le iniziative di sensibilizzazione sulla malattia. Al termine delle 24 ore di lavoro, le squadre presenteranno le loro soluzioni davanti a una giuria, a cui spetterà di decretare il team vincitore a cui verrà assegnato il premio finale di 4.000 euro.

La talassemia è una malattia ereditaria del sangue ed è caratterizzata da un’anemia cronica dovuta alla sintesi ridotta o assente di una delle catene polipeptidiche (alfa o beta) presenti nella molecola dell’emoglobina, proteina responsabile del trasporto di ossigeno attraverso tutto l’organismo. In Italia, si stima che i pazienti talassemici siano circa 7.000, con concentrazione massima in alcune regioni del Centro-Sud. Il progetto Thalathon ha ricevuto il patrocinio dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue (AVIS)e della Società Italiana Talassemie ed Emoglobinopatie (SITE)ed è sponsorizzato da For Anemia, la Fondazione nata da SITE. Durante l’evento interverrà anche Flavio Soriga, autore di “Nelle mie vene”, romanzo il cui il protagonista, Aurelio, è affetto da talassemia. Per partecipare è possibile inviare la propria candidaturaquesto link.