Talent Garden entra in Rainmaking Loft, coworking leader in Nord Europa

Twitter
Il 2017 dell’innovazione su Twitter: #AI, #Datascience e #IoT
27 febbraio 2018
Le 10 startup delle emergenze in finale a Civil Protect Startup Award
1 marzo 2018

Talent Garden cresce nel Nord Europa acquisendo il controllo della danese Rainmaking Loft, il più grande network di coworking dei Paesi nordici. L’operazione si traduce nell’acquisto di una quota di controllo oggi pari al 51% di Rainmaking Loft, una rete di quattro spazi di coworking a Copenaghen e più di mille membri, attraverso una joint venture con la capogruppo Rainmaking, realtà che ha dato vita – e tutt’ora controlla – a Startupbootcamp, tra i più grandi incubatori al mondo, e a Rainmaking Innovation, società di consulenza focalizzata sull’innovazione digitale.

Rainmaking Loft Copenhagen

Rainmaking Loft Copenhagen

La rete di Talent Garden arriverà così a connettere 3.500 innovatori in 7 paesi europei (Albania, Austria, Danimarca, Italia, Lituania, Romania e Spagna), con un portafoglio di 1.200 eventi digitali e tecnologici ogni anno. Ma l’accordo prevede anche una serie di azioni di accelerazione vera e propria: comprende infatti un una collaborazione con Startupbootcamp, il programma di accelerazione di Rainmaking con più di 20 batch sviluppati, 580 startup supportate, 330 milioni di euro raccolti e 140 corporate partner coinvolti.

Coworking, fintech e incubatore

A Rainmaking Loft fanno capo 4 spazi che complessivamente rappresentano oggi il centro d’innovazione più grande in Danimarca e ne fanno uno dei player leader nei Paesi nordici: Rainmaking loft è il coworking focalizzato sul mondo startup, Cph FintechLab è totalmente dedicato al mondo fintech sviluppato in partnership con l’associazione locale di riferimento per il mondo fintech, TheCamp costruito in partnership con Tryg il più grande gruppo assicurativo scandinavo e Rainmaking at Pier47, il più grande innovation hub dell’area nordica che ospita innovatori e imprenditori del foodtech, digital health, cybersecurity, maritmme tech and transport, smart cities, legaltech, mobile next, smart energy.

«La joint venture con Rainmaking è un passo cruciale di crescita per Talent Garden – commenta Davide Dattoli, CEO e co-fondatore di Talent Garden –: significa connettere la nostra community italiana ed europea a una fiorente piattaforma nell’ecosistema di Copenaghen e, più in generale, dei paesi nordici. Questa è un’area che vanta una scena di imprenditori incredibili con storie di grande successo come Skype, Spotify e molti altri unicorn. Rainmaking Loft ha giocato un ruolo chiave in questo processo di sviluppo tecnologico e digitale, e quando abbiamo iniziato il nostro dialogo, abbiamo scoperto che condividiamo gli stessi valori».

In cantiere nuove alleanze

Quella con Rainmaking non sarà la sola alleanza oltre frontiera per la rete di coworking italiana: «Questo è il primo di una serie di accordi che andremo a sviluppare nei prossimi mesi su alcune piazze europee per noi strategiche ai fini di rafforzare sempre di più la nostra presenza generando valore per chi sceglie di crescere ed evolvere con noi».

Anche Martin Bjergegaard, CEO e co-fondatore di Rainmaking Loft, spera che la partnership possa creare un’ondata di nuove startup oltre i confini: «Portando Talent Garden nella nostra famiglia, espandiamo il nostro network grazie ai 2500 residenti negli altri 18 spazi di coworking di Talent Garden, per non parlare delle migliaia di persone che hanno accolto la trasformazione digitale iscrivendosi alla Innovation School. È una comunità potente, con un enorme potenziale, e sono molto entusiasta di pensare alla nascita di nuove startup all’interno di questa collaborazione. È solo l’inizio di quello che possono fare insieme il fondatore di una realtà così che sta a Milano, uno dei principali sviluppatori di Bucarest e un business angel di Copenaghen».