Donna, giovane e docente universitaria: Paola Pisano ministro dell’innovazione

Gestione delle risorse umane, Zucchetti acquisisce la startup che organizza il lavoro
4 settembre 2019
Robot-camerieri, chatbot e smart hospitality: le innovazioni di «Hotel 2019»
9 settembre 2019

7Una prima assoluta per l’Italia: con il governo Conte bis, che ha giurato oggi 5 settembre al Quirinale, viene istituito il ministero all’Innovazione tecnologica e Digitalizzazione (senza portafoglio), e a presiederlo è una donna, giovane e proveniente dalle fila dell’Università. È Paola Pisano, 42 anni (è nata nel 1977), docente di Disruptive Innovation e Innovazione e modelli di business innovativi all’Università di Torino. Ateneo in cui dirige il Centro di innovazione tecnologica multidisciplinare e presiede la commissione aziendale del dipartimento di Informatica.

Competente di sicuro – sono oltre 70 le sue pubblicazioni scientifiche – ma non una figura tecnica. Infatti Pisano ha ricoperto fino a ieri il ruolo di assessore all’Innovazione nella giunta comunale di Chiara Appendino, a Torino. Nella città piemontese per sua iniziativa è partito ad esempio il primo circuito italiano in cui testare le auto a guida autonoma. Tramite il progetto Torino City Lab ha incentivato le aziende a scegliere la città bagnata dal Po per testare i loro prodotti innovativi. Nel 2018 ha fatto notizia la sua scelta di sostituire, nella festa patronale, i fuochi d’artificio con 200 droni.

Foto: Di Lisbon Council – https://www.flickr.com/photos/lisboncouncil/45841368221, CC BY 2.5, Collegamento