Carica automatica per l’auto elettrica: Daze Technology premiata da Motus-E

Sei startup italiane che cambiano il nostro modo di comprare
11 aprile 2019
La strada che conduce allo Smart Working
15 aprile 2019

Un sistema di ricarica facile, applicabile a qualsiasi modello di auto elettrica in circolazione: è Daze Technology ad aggiudicarsi i 5.000 euro (oltre a un percorso di open innovation) del primo premio del MOTUS-E Event che si è tenuto giovedì 11 aprile al WeGil di Roma in collaborazione con tree, open innovation partner.

Daze Technology ha ideato DazePlug, un sistema autonomo e conduttivo di alimentazione, che elimina il cavo di ricarica e la necessità di intervento umano, rendendo l’operazione automatica. DazePlug è disegnato per parcheggi privati e commerciali: deve semplicemente essere adagiato sul pavimento dell’area di parcheggio, senza nessun fissaggio, e essere connesso alla rete elettrica. Ogni volta che si parcheggia il proprio veicolo elettrico, un connettore si innesta nell’auto, effettuando la carica in autonomia. Impossibile quindi dimenticarsi di “fare il pieno” elettrico all’auto.

A lanciare la doppia call – una riservata alle startup, un’altra alle idee di progetto – è stata MOTUS-E, associazione di operatori industriali – tra i quali ABB, ALD, Allianz, Cobat, Enel X, Nissan, Volkswagen – mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico, nata con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia. Innovation partner dell’iniziativa è tree, società che accompagna le aziende all’innovazione attraverso i tre pilastri di open innovation, education e communication.

Al secondo posto il “pieno” elettrico on demand

Secondo classificato, con un premio di 3.000 euro e un percorso di open innovation, E-Gap, sistema che mette a disposizione dei Van, furgoncini, per la ricarica in mobilità e on-demand di veicoli elettrici. Terzo premio – 2.000 euro e un percorso di open innovation – a Swascan, piattaforma in cloud progettata per rafforzare la cyber security nel campo della mobilità elettrica. 

L’Airbnb della ricarica è la migliore idea

A vincere il primo premio come migliore idea progettuale è Ricarico, un “Airbnb della ricarica elettrica” pensato come una piattaforma che mette in contatto persone che necessitano di ricaricare il proprio veicolo elettrico, con persone che dispongono di una postazione di ricarica da condividere, generalmente privati. Il team di Ricarico ha vinto tre mesi di accesso al Talent Working degli Spazi Attivi di LazioInnova. La premiazione ha segnato inoltre l’inizio di un percorso di Open Innovation con tree, MOTUS-E e le aziende associate.

Le tematiche che hanno visto concorrere i partecipanti ad entrambe le call vanno dal nuovo design urbano all’ottimizzazione degli stalli di ricarica, passando per il trasporto pubblico elettrico e la circular economy, comprendendo anche i sistemi di integrazione e di gestione delle ricariche e la cybersecurity dei veicoli connessi.

In Italia 20 mila veicoli elettrici sulle strade

In Italia il parco circolante elettrico è costituito da circa 20 mila veicoli contro i 38 milioni a combustibili fossili, mentre le infrastrutture di ricarica sono poco più di 5.000. Numeri ancora bassi, ma in netta crescita anno dopo anno. E nel 2019 il tasso di sviluppo potrebbe essere ancora più alto, proprio grazie all’ecobonus governativo e agli interventi di infrastrutturazione massiva.

«La crescita del settore ha alcuni importanti risvolti pratici, di cui ci stiamo occupando in maniera attiva – sottolinea il segretario generale di MOTUS-E Dino Marcozzi –. È necessaria una riconversione dei modelli scolastici e accademici, per questo abbiamo lanciato una call for startup e una call for ideas e abbiamo avviato dei percorsi accademici post-lauream ad hoc con le migliori realtà universitarie italiane, senza dimenticare la formazione dei tecnici meccatronici, vero e proprio bacino occupazionale del futuro».

«Dalla diffusione della mobilità elettrica – osserva il ceo di tree Antonio Perdichizzi – nascono nuove necessità di innovazione, non solo tecnologica, per rendere le nostre città sempre più vivibili e semplificare la vita dei cittadini verso una mobilità sempre più sostenibile. Il nostro impegno è proprio quello di facilitare il collegamento tra il sistema dell’industria, dell’accademia, delle istituzioni che MOTUS-E rappresenta e l’ecosistema dell’innovazione. In questo modo, startup di valore incontrano aziende aperte a costruire il futuro, nel nome dell’open innovation».

Le startup finaliste

Fleetmatica – La startup che implementa le flotte elettriche

Fleetmatica è una piattaforma internet attraverso la quale è possibile analizzare la mobilità della flotta di un’azienda per determinare quali e quanti veicoli, tra quelli analizzati, possono essere sostituiti con veicoli elettrici esponendo indicatori di risparmio economico e di riduzione di emissione di anidride carbonica nell’atmosfera, oltre a evidenziare, tramite l’analisi delle soste, i punti migliori per il posizionamento delle colonnine di ricarica. La stessa piattaforma permette successivamente di gestire la mobilità di una flotta comprendente veicoli elettrici.

Digital System Integrator – I servizi utili mentre si attende la ricarica

Digital System Integrator svolge attività di progettazione e realizzazione di soluzioni per Smart Service Station in ottica “mobilità multidimensionale”. Una Sss è un hub energetico, una stazione di servizio evoluta che consente il rifornimento di elettricità, ma anche la fornitura di servizi alle persone che attendono la ricarica: ufficio delocalizzato, servizi medico/sanitari, ludoteche, palestre, servizi amministrativi, bancari, postali, logistici Amazon, esercizi commerciali. Il coordinamento e l’ottimizzazione delle attività sarà effettuato da una app che fornirà anche formazione, consulenza, temporary management.

ACC – La bici cargo di design

Una bicicletta “cargo” a quattro ruote, elettrica e completamente personalizzabile. Acc idea, crea e costruisce la gamma di veicoli ZodiaC, che si ricaricano con energia solare. Si chiama appunto ZodiaC la prima cargo bike totalmente personalizzabile e stand alone (connessa e gestita in toto da un software proprietario), che si ricarica grazie a pannelli solari installati sul tetto e può essere allestita per trasportare in modo confortevole dei passeggeri con bagagli ma anche per carichi commerciali. Acc assicura infatti la sicurezza con una scocca rigida e ruote adatte a tutti i terreni, senza tralasciare il design accattivante e moderno.

Nito – Scooter elettrici personalizzabili

Nito (Nuova Industria Torinese Srl) ha creato uno scooter che rispetta l’ambiente e unisce alla libertà del motore elettrico il fascino del design, con un piacere di guida esclusivo. Massima affidabilità, omologato per due persone, comodo, agile e scattante, il Nes con il suo motore da 4kw è disponibile in due versioni: Nes 5 e il motociclo Nes 10, che raggiungono rispettivamente i 45 e i 90 km orari. La batteria al litio si ricarica velocemente – in 3 o 4 ore – e consente un’autonomia di 80 – 100 km. La libertà di personalizzazione è massima: 72 diverse combinazioni di colore e finiture per rendere lo scooter Nes unico.

E-gap – La ricarica on-demand

A partire dalle esigenze dei proprietari di veicoli elettrici e dall’individuazione di obiettivi strategici e servizi da offrire, E-gap ha sviluppato un’offerta di servizi volti alla ricarica di veicoli elettrici in mobilità e on-demand. Il servizio di ricarica è erogato tramite van dedicati ed è prenotabile in modo semplice e intuitivo, tramite qualunque dispositivo mobile attraverso un’app. Il servizio di ricarica rapida, che può essere erogato con una potenza di una colonnina di tipo fast, è affiancato dalla possibilità di scegliere servizi aggiuntivi opzionali che aumentano la redditività del progetto.

Daze Technology – La ricarica smart per l’auto elettrica

Daze Technology ha ideato Dazeplug, un’apparecchiatura di alimentazione semplificata per veicoli elettrici, comprendente un primo connettore elettrico (spina) collegato a una rete di alimentazione elettrica e un secondo connettore (presa) collegato a una batteria del veicolo e configurato per accoppiarsi al primo tramite mezzi di movimentazione automatici che muovono la spina al fine di effettuare la connessione per determinare un passaggio di corrente. Automatizzando il processo di ricarica, DazePlug si connette automaticamente al veicolo quando l’auto viene parcheggiata, elimina la possibilità di dimenticarsi di caricare l’auto.

Next Flymove Paradigma – La piattaforma integrata per la E-mobility

Nfp è una piattaforma di mobilità sostenibile per Smart city, che unisce partnership con aziende italiane d’eccellenza, per costruire la prima sfida totalmente italiana nel panorama della mobilità internazionale. Un pacchetto tecnologico competitivo, che inizia dalla produzione di energia rinnovabile on-site, il suo stoccaggio e la distribuzione attraverso stazioni di servizio, fino all’utilizzo di veicoli su piattaforma unica e modulabile con sistema di scambio rapido di batteria “Bss”. Nfp è a oggi l’unica piattaforma integrata e sostenibile presente nel mercato mondiale della mobilità.

Swascan – La piattaforma per la sicurezza

Swascan è la prima Cloud Cyber Security Platform automatizzata che permette di ridurre dell’80 per cento il rischio di Data Breach (violazione di dati personali) e di identificare, analizzare e risolvere le vulnerabilità degli asset aziendali quali: siti web, web applications, mobile app e network. Sviluppata da Business competence, permette di verificare l’affidabilità dei siti web, delle applicazioni e la qualità del codice sorgente degli applicativi. Il tool di Vulnerability Assessment Scanning permette di identificare le vulnerabilità e criticità di sicurezza di siti web e delle applicazioni Web.

2hire – Veicoli connessi da remoto

2hire ha sviluppato una tecnologia che connette ogni tipo di veicolo e ne permette il controllo da remoto. Agendo come gateway (passaggio, connettore) tra il veicolo ed il servizio offerto, sblocca tutte le potenzialità di qualsiasi mezzo di trasporto abilitando servizi di mobilità quali: vehicle sharing (car-scooter), noleggio self-service, peer-to-peer sharing e altri. Un dispositivo da inserire rapidamente in auto e il car sharing diventa più semplice e agile. Con diversi vantaggi, a partire dalla possibilità di noleggiare una macchina senza far passare il cliente dal desk a ritirare le chiavi.

Le idee finaliste

Electric City – I parcheggi con servizi

Electric City si propone di gestire aree di parcheggio (ParkingCharging) con servizi di ricarica efficaci ed efficienti. L’entrata nei parcheggi è possibile solo agli autoveicoli dotati di Electripass, una tessera digitale che consente di sostare nel ParkingCharging. In queste zone sono presenti: colonne di ricarica intelligenti che calcolano il tempo necessario di ricarica, modalità di antisosta per coloro che usufruiscono eccessivamente degli stalli di ricarica, area Wi-Fi più punti di ricarica per smartphone e pc, stalli di ricarica per le moto elettriche anche queste dotate di un sistema antisosta. L’idea è sviluppata da un team dell’Itis Enrico Fermi di Roma.

Z – Il servizio di ricarica mobile

Z è  un servizio di ricarica mobile per veicoli elettrici, immaginato come soluzione ai problemi di logistica intrinsechi delle stazioni di ricarica fisse. Sarà geolocalizzabile in città grazie a una app con mappa che guiderà l’automobilista verso il servizio di ricarica in quel momento più vicino. Questo potrà essere spostato a piacimento anche per consentire sosta o parcheggio. Z consente in questo modo di distribuire un numero maggiore di colonnine di ricarica in città non dovendo tenere dei posteggi “occupati”. 

Ridare centralità al trasporto ferroviario

Il progetto si basa, in una prima fase, sulla realizzazione di stazioni di ricarica con parcheggio presidiate, sul modello degli hub aereoportuali. Questi hub saranno localizzati in prossimità dei punti di scambio tra mezzo pubblico e privato, come le stazioni ferroviarie, stazioni metro o capolinea di mezzi urbani ed extraurbani. Oltre a essere il “punto d’incontro” tra il mezzo elettrico e la sua ricarica di energia, saranno utilizzati come piattaforma per lo sviluppo di tecnologie – stazioni di ricarica a gestione robotizzata – e la messa a punto di servizi come noleggio mezzi a lunga percorrenza, car sharing, bike sharing.

Drive MeLECTRIC – L’app che ti guida nel viaggio

Drive MeLECTRIC è un’app che consentirà a chi noleggia un’auto elettrica di «farsi guidare» nella sua esperienza di viaggio. Drive MeLECTRIC, a ogni tappa dell’itinerario consiglia al viaggiatore tre opzioni di prosecuzione del viaggio di tipologia diversa, segnalando per ciascuna di queste mete la stazione di ricarica più vicina. L’app Drive MeLECTRIC sarà preinstallabile su qualsiasi auto elettrica (noleggio breve/lungo termine o leasing o acquisto) e scaricabile sul proprio smartphone o tablet con invio link possibile sia al momento della prenotazione di un noleggio sia all’utilizzo di una colonnina di ricarica.

Motus-Eyes – L’app che controlla gli E-parking

La proposta progettuale punta a risolvere il problema dell’occupazione abusiva delle piazzole di ricarica dei veicoli elettrici, per favorirne la diffusione e contribuire al controllo dell’inquinamento atmosferico. Attraverso appositi sensori e sistemi di segnalazione, la colonnina di ricarica viene arricchita di un sistema in grado di rilevare la presenza di un’auto in sosta, ma non in ricarica. La segnalazione di sosta abusiva viene immediatamente girata alla più vicina stazione dei vigili urbani.

Ricarico – L’Airbnb della ricarica

Ricarico è l’Airbnb della ricarica. È una piattaforma online che mette in contatto persone che necessitano di ricaricare il proprio veicolo elettrico, con persone che dispongono di una postazione di ricarica da condividere, generalmente privati. In sostanza si può condividere il proprio box con chi ne ha bisogno e, tramite la piattaforma, far pagare l’energia usata per la ricarica più il servizio messo a disposizione.