McDonald’s crea la sua valuta per i 50 anni del Big Mac

Fintech, una task force per innovare le banche italiane
13 agosto 2018
Friuli Innovazione, quattro assunzioni entro ottobre. Ecco i profili cercati
16 agosto 2018

mcdonaldsAnche McDonald’s ha la sua valuta. Fino al termine del 2018, limitata a qualche decina di migliaia di ristoranti nel mondo circolerà infatti il MacCoin. Non è una criptovaluta ma una vera e propria moneta fisica. Nata per celebrare il 50esimo  anniversario del Big Mac, introdotto nei menu nel 1968, McDonald’s dal 2 agosto offre ai suoi clienti, per ogni acquisto di hamburger Big Mac, un MacCoin, una «moneta globale in edizione limitata» che darà diritto all’acquisto di un Big Mac dal giorno successivo. Il tutto in una serie di Paesi che al momento non comprende l’Italia.

Sei milioni di MacCoin

A livello globale saranno distribuiti oltre 6,2 milioni di MacCoin in più di 50 nazioni fino a esaurimento scorte. Le monete commemorative sono coniate in cinque design unici, ognuno dei quali rappresenta un decennio del Big Mac. Il gigante del fast food ha comunque chiarito che la moneta non ha un valore in denaro e non avrebbe intenzione di lanciare una propria criptovaluta. Ma, chissà, l’appetito potrebbe anche venire mangiando.