Food e turismo: nasce a Palermo l’incubatore Lumsa Digital Hub

Satispay raccoglie 10 milioni dagli investitori. Ora è valutata 100
17 luglio 2018
Industria 4.0 al Sud: 340 milioni per investimenti in macchinari innovativi
19 luglio 2018

Lumsa Digital HubUn nuovo incubatore di startup dedicato ai temi del food, dell’agroalimentare e del turismo. È nato a Palermo Lumsa Digital Hub, da una partnership fra Digital Magics Palermo – sede siciliana del business incubator Digital Magics –, Università Lumsa, Bnl Gruppo Bnp Paribas e Sanlorenzo Mercato. Un progetto che si sviluppa su due spazi distinti e complementari del capoluogo siciliano: la sede palermitana dell’Ateneo, dove studenti e giovani talenti digitali siciliani seguiranno corsi di formazione sull’innovazione, workshop e seminari su temi chiave come strategie di business e sviluppo, e il Sanlorenzo Lumsa Digital Hub, incubatore e spazio di coworking situato all’interno di Sanlorenzo Mercato.

A presentare la nuova iniziativa, il 17 luglio, c’erano Alessandro Arnetta, partner di Digital Magics Palermo e CEO di Factory Accademia, Marco Gay, ad di Digital Magics, Gabriele Ronchini, fondatore e ad di Digital Magics, Totò Orlando, presidente del consiglio comunale di Palermo, Francesco Bonini, rettore dell’Università Lumsa, Marco Tarantola, direttore della divisione commercial e private banking di Bnl Gruppo Bnp Paribas, Dario Mirri, amministratore unico di Sanlorenzo Mercato e Giampaolo Frezza, direttore del dipartimento di giurisprudenza dell’Università Lumsa.

«Con questa nuova piattaforma – dice Marco Gay – vogliamo portare l’innovazione in tre settori chiave per l’economia siciliana e nazionale. Le Pmi e l’industria del food, dell’agroalimentare e del turismo rappresentano un patrimonio straordinario del nostro Paese che esportiamo in tutto il mondo. Il nostro obiettivo a Palermo è quello di favorire lo sviluppo di un ecosistema locale ideale per la nascita e la crescita delle startup digitali, come abbiamo già fatto a livello nazionale creando il più importante hub di innovazione per il digital made in Italy con StarTIP e Talent Garden».

«Credo fortemente nel progetto Lumsa Digital Hub – aggiunge Alessandro Arnetta – e sono convinto che darà una spinta importante per la formazione 4.0 e il futuro dei giovani talenti digitali siciliani e per l’innovazione delle nostre imprese. Stiamo già collaborando con altri incubatori verticali italiani e internazionali perché vogliamo che le startup FoodTech, AgriTech e TravelTech di tutto il mondo vengano qui a Palermo a sviluppare le loro tecnologie innovative. L’Italia è leader riconosciuto a livello globale su questi temi e anche per l’innovazione faremo da guida».

Per il rettore Francesco Bonini «l’enogastronomia, l’agroalimentare e il turismo sono settori strategici per il Sud, trainanti per l’economia italiana e fiore all’occhiello del Made in Italy nel mondo. Con il Lumsa Digital Hub vogliamo offrire alla città di Palermo e ai nostri tanti brillanti studenti e laureati, nuovi strumenti in grado di mettere in funzione un nuovo motore di sviluppo economico e sociale fortemente incentrato sui giovani, su una generazione che nonostante le difficoltà ha dimostrato più volte di saper e poter innovare«.

«Risposte nuove per domande antiche – chiosa infine Dario Mirri –: anche l’agroalimentare vira verso il digitale, con nuove esigenze che partono dal consumatore e risalgono l’intera filiera fino ai produttori diretti. Chi opera in questo settore ha il dovere di tenere il passo dell’innovazione e Sanlorenzo Mercato vuole stare in prima fila: un luogo dove queste risposte prendono vita, si mettono in gioco e diventano valore condiviso per la comunità».