Italia Economia sociale, dal Mise 223 milioni per il non profit

I 14 vincitori del Premio Innovazione amica dell’ambiente
14 novembre 2017
Retail digitale, si innova ancora poco. Investito meno dell’1% del fatturato
16 novembre 2017

Il Ministero per lo Sviluppo economico stanzia 223 milioni di euro a partire per lo sportello Italia Economia sociale, una misura agevolata dedicata alla nascita e allo sviluppo di imprese che operano nel mondo del no profit: imprese sociali e cooperative sociali o con qualifica di ONLUS che operino su tutto il territorio nazionale.

Sono previsti finanziamenti agevolati, associati obbligatoriamente a finanziamenti bancari ordinari, e, in alcuni casi, contributi a fondo perduto, a fronte di programmi d’investimento, in qualunque settore, ma coerenti con le finalità istituzionali di utilità sociale. Sono finanziabili programmi di investimento compresi tra i 200mila e i 10 milioni di euro. Il finanziamento copre fino all’80% delle spese ammissibili.

Il Ministero si avvarrà della collaborazione di Invitalia per gli adempimenti tecnici e amministrativi relativi alla gestione della misura. Per accedere al finanziamento agevolato, le imprese devono aver ricevuto una valutazione positiva da parte di una banca finanziatrice selezionata tra le banche aderenti alla Convenzione MISE – ABI – CDP.

La domanda di agevolazione si presenta esclusivamente online utilizzando la modulistica disponibile nella sezione “Imprese sociali” del sito del Ministero dello Sviluppo economico e deve essere inviata via PEC all’indirizzo es.imprese@pec.mise.gov.it. È necessario allegare la delibera di finanziamento e l’allegato tecnico relativo all’impatto socio-ambientale dell’iniziativa (a cura della banca finanziatrice).

A questo link le informazioni su come presentare la domanda.