Innovation Talks, UniPd fa il punto sul trasferimento tecnologico

Mobilità elettrica, doppia call di Motus-E per startup e idee
13 marzo 2019
Startup e digitalizzazione, il turismo fa il balzo. Ma il 44% non è ancora sul web
15 marzo 2019
Foto Massimo Pistore

Foto Massimo Pistore

Centocinquanta laboratori, 41 centri di ricerca, 2.100 fra docenti e ricercatori, 2300 assegnisti e dottorandi. Sono i numeri della ricerca all’Università di Padova: un patrimonio che può tradursi in investimenti tecnologici e in innovazione, a patto che questa ricchezza incontri le imprese.

Per favorire questo processo l’ateneo patavino in collaborazione con la società in-house Unismart, promuove “Innovation Talks. Università e imprese per il trasferimento tecnologico”, lunedì 18 marzo dalle ore 16 alla Sala dei Giganti di Palazzo Liviano (ingresso corte Arco Vallaresso). Con gli interventi di figure chiave del settore, saranno messi a confronto diversi modelli di technology transfer, presentati nuovi brevetti, raccontate le storie delle aziende che fanno parte della community Unismart. Interverrà il Magnifico Rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto.

«L’innovazione al centro del discorso. Gli Innovation Talks rappresentano un momento essenziale di confronto per tutta quella comunità, fatta di ricercatori e imprenditori, professionisti e esperti nei più vari settori, pronta a ripensare quotidianamente il futuro – afferma il rettore dell’Università di Padova, Rosario Rizzuto -. Un’occasione per analizzare modelli diversi di trasferimento tecnologico, scoprire nuovi brevetti e ascoltare le storie di Unismart, la società d’Ateneo che fa collante fra due mondi, ricerca e impresa, sempre più intrinsecamente uniti. E i risultati non si sono fatti attendere. Abbiamo cominciato a raccontare la nostra forza innovativa, mettendola in vetrina: ed è questa la strada, quella che stringe sempre più il legame fra aziende e ateneo, che vogliamo continuare a percorrere».

«La nostra piattaforma di technology transfer – spiega Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico dell’Università di Padova – permette di mettere in circolo in modo sistematico la proprietà intellettuale prodotta dai nostri ricercatori al servizio dello sviluppo del territorio. In un paio d’anni sono 70 le società che hanno usufruito della nostra piattaforma di technology transfer, con un centinaio di contratti di licenza brevettuale, consulenza e ricerca a contratto firmati che coinvolgono oltre la metà dei 32 dipartimenti dell’Università di Padova».

“Innovation Talks” a Padova: il programma

Lunedì 18 marzo 2019, l’evento si apre alle 16.15 con “Quando l’errore diventa innovazione”, un dialogo tra i docenti Massimiano Bucchi (Università di Trento), autore di “Sbagliare da professionisti. Storie di errori e fallimenti memorabili” (Rizzoli), e Moreno Muffatto (Università di Padova).

Alle 17 in programma il talk “Il lavoro che serve:
le persone nell’Industria 4.0” con Alberto Baban (presidente Venetwork), Maria Raffaella Caprioglio (presidente Umana), Martina Gianechini (vicedirettrice Osservatorio Professioni Digitali Università di Padova), Annalisa Magone (presidente e ceo Torino Nord Ovest), autrice di “Il lavoro che serve. Persone nell’industria 4.0” (Guerini).

Nella tavola rotonda delle 18.00, intitolata “Modelli di trasferimento tecnologico a confronto: valutare al meglio le opportunità”, si confronteranno Stefano Carosio (direttore generale Unismart), Anil Dave (responsabile dell’unità Innovation and Transfer of Technologies, Agenzia Spaziale Italiana), Fabrizio Dughiero (prorettore al trasferimento tecnologico ed ai rapporti con le imprese, Università di Padova), Gianmarco Montanari (direttore generale Istituto Italiano di Tecnologia), autore di “Tech Impact” (Guerini) e Vincenzo Russi (ceo e-Novia).

Alle 19 è previsto l’intervento del Magnifico Rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto, e a seguire “Food & Talk”, un aperitivo con presentazione di alcuni brevetti dell’Università di Padova e della community di innovazione Unismart, al
Caffè Pedrocchi. La giornata avrà anche un hashtag per raccogliere i commenti sui social in diretta: #innovationtalks.