Forum Economia Digitale: focus su AI e sistemi intelligenti

Diesel capsule
Diesel lancia “The Capsule”, la sala riunioni horror per ridurre al minimo i meeting
25 maggio 2018
Donne e scienza: il gap di genere è più forte nelle posizioni apicali
29 maggio 2018

FED Forucm Economia DigitaleTorna il 3 luglio 2018 #FED2018, il Forum dell’Economia Digitale, l’evento organizzato al MiCo centro congressi di Milano da Facebook e Confindustria giovani. Per la terza edizione il tema portante è “The Future of Tomorrow”, declinato in incontri che faranno il punto sui “sistemi intelligenti” che ci circondano e che sempre più faranno parte del nostro futuro.

Dal palco, moderati da Marco Montemagno, parleranno imprenditori e protagonisti del mondo digitale. Alcuni nomi anticipati sul sito dell’evento: l’imprenditore Alessandro Benetton, il presidente dei giovani industriali Alessio Rossi, Antonio Nicita commissario Agcom, Benedetto Demaio, Instagram influencer e professore di storia dell’arte. E poi ancora la co-fondatrice e ad di Impactscool Cristina Pozzi, David Orban docente e advisor della Singularity University, Luca Colombo country director di Facebook Italia, il direttore de La Repubblica Mario Calabresi, il fondatore di The Fool Matteo Flora, Salvatore Aranzulla fondatore di aranzulla.it, Simone Maggi, fondatore di Lanieri.

«Innovare le competenze, specialmente quelle digitali, in un mondo che si evolve così velocemente è fondamentale – commenta Luca Colombo, country director di Facebook Italy -. Probabilmente l’evoluzione non è sempre lineare e facile da comprendere, ma alla fine produce sviluppo e benessere. Ecco perché investire non solo su infrastrutture e prodotti, ma anche sull’aggiornamento costante della forza lavoro per saper cogliere tutte le opportunità diventa un passo esseziale per ogni azienda: il 70% delle piccole e medie imprese su Facebook, ad esempio, dichiara come in fase di assunzione le competenze digitali e l’utilizzo dei social network siano più importanti della scuola frequentata dal candidato».

«Per un mercato del lavoro moderno e dinamico il tema delle competenze digitali è centrale anche per l’impresa – dichiara Alessio Rossi, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria –. La rivoluzione 4.0 che sta investendo il nostro sistema economico rende necessari, accanto all’automazione e digitalizzazione degli impianti e dei processi, soprattutto investimenti in capitale umano. Perché a competenze digitali scarse corrisponde uno sviluppo tecnologico scarso; e quanto più queste competenze aumentano più aumenta la qualità del lavoro. Abbiamo stimato che nell’arco di 5 anni le imprese avranno bisogno di 280mila figure professionali altamente specializzate, che al momento non trovano; infatti noi Giovani Imprenditori siamo, da sempre, affamati di giovani talenti aperti al cambiamento».