Firenze, una guida digitale e cartacea per la città che innova

Ricerca, Mattarella: «Più investimenti per i nostri innovatori»
15 aprile 2019
Aifi e Pwc: «Le imprese sostenute dal venture capital crescono di più»
17 aprile 2019

Una piattaforma digitale e una guida per spalancare le porte dei luoghi fiorentini dell’innovazione. Nascono il sito MakeNextFlorence e il libretto Firenze Startup City (qui da sfogliare in formato digitale), due strumenti per conoscere tutte le opportunità offerte dall’ecosistema fiorentino dell’innovazione.

Il progetto è frutto d un percorso avviato grazie al progetto europeo Speed Up, di cui il Comune di Firenze è capofila, e sviluppato da Ssati insieme ad alcuni stakeholders dell’innovazione che operano nel territorio fiorentino.

La presentazione è avvenuta il 15 aprile nella sede dell’incubatore Nana Bianca, con l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re, il Co-Founder e Ceo di Nana Bianca Alessandro Sordi e tutti i soggetti firmatari con il Comune di Firenze del protocollo per l’innovazione territoriale: Università degli Studi di Firenze, Fondazione Ricerca e Innovazione, Camera di Commercio Firenze, Impact Hub Firenze, Tsh Collab, Scuola scienze aziendali e tecnologie industriali Piero Baldesi e Murate Idea Park.

Firenze, numeri e protagonisti

Uno degli obiettivi del progetto è consolidare una vera e propria filiera dell’innovazione in città, un punto di partenza per raccontare una città che vuole favorire la creazione di un terreno fertile per chi si occupa di innovazione e nuove imprese.

Firenze è la seconda città in Italia per attrazione degli investimenti secondo l’Italy2Invest di Nomisma, seconda tra le città intelligenti per ICity Rate ed è seconda anche nel ranking delle università italiane del Censis.

Ospita 38 centri di ricerca, 66 università e accademie straniere, 127 corporation e multinazionali nell’area metropolitana; conta 395 attrazioni turistiche, 125 musei e gallerie d’arte, 4 mila biciclette in sharing, 400 mila metri quadri di aree pedonali.

Il valore dell’export fiorentino è di 20miliardi di euro, con un tasso di occupazione che supera del 20% la media nazionale (9,3%).

Photo by Giuseppe Mondì on Unsplash