Diesel lancia “The Capsule”, la sala riunioni horror per ridurre al minimo i meeting

Le 10 startup italiane che cambieranno il turismo (con un assegno di Invitalia)
24 maggio 2018
Forum Economia Digitale: focus su AI e sistemi intelligenti
28 maggio 2018

Diesel capsuleQuanto tempo passiamo in riunioni aziendali, spesso troppo lunghe, a volte inconcludenti, sicuramente per la maggior parte dei dipendenti noiose? Secondo il quotidiano The Guardian, circa 9 mila ore durante la carriera media di un impiegato, metà delle quali inutili. Seguendo lo stile decisionista che contraddistingue il suo fondatore Renzo Rosso, che ama dire «le migliori decisioni che abbia mai preso sono state rapide», Diesel ha deciso di inventare una sala riunioni innovativa, capace di far finire senza troppi complimenti i meeting improduttivi.

Si chiama “The Capsule”, il prototipo di una nuova e volutamente scomoda sala riunioni, progettata per ridurre al minimo la durata delle riunioni nelle aziende. Sarà presentata in anteprima al Wired Next Fest che si tiene dal 25 al 27 maggio 2018 ai Giardini Indro Montanelli di Milano.

La speciale “meeting room” è stata realizzata per accelerare le discussioni e i processi decisionali: quindici minuti è il tempo massimo di permanenza, scandito da un timer; lo spazio è angusto e privo di distrazioni, in modo da costringere il gruppo di ospiti ad arrivare dritti al punto. Senza andare troppo per il sottile…

La Capsule sarà costruita come un vero e proprio set all’interno del Wired Next Fest Village, in cui i visitatori potranno creare contenuti video che saranno pubblicati durante il Festival. Diesel, inoltre, inviterà altri ospiti – tramite LinkedIn, dipartimenti delle risorse umane e altre aziende, per suggerire altri modi creativi per ridurre la durata delle riunioni.