Amministrazione 4.0: ecco Caterina, la prima assistente virtuale del Comune di Siena

Report Invyo, l’italiana Nexi nella top 10 delle fintech più valutate in Europa
20 agosto 2019
Vino, 5 milioni di euro per le imprese che innovano
26 agosto 2019

Porte aperte alla tecnologia nei servizi del Comune di Siena, con la prima Assistente Virtuale dedicata all’Ufficio Anagrafe a supporto del cittadino in ogni fase della prestazione, fino all’invio della documentazione all’utente. Caterina, il nome del chatbot sviluppato con la piattaforma Algho, ha lo scopo di semplificare l’accesso alle informazioni relative ai servizi pubblici e la richiesta di documenti all’intero dell’Ufficio Anagrafe, come il cambio di residenza o il rinnovo della carta d’identità, fino all’invio digitale del documento richiesto, con valore legale. Il progetto pilota di Siena nasce dalla sinergia tra il Comune di Siena e QuestIT, azienda senese specializzata in soluzioni di Intelligenza Artificiale guidata dal presidente Marco Landi – ex COO di Apple Computer – e parte del gruppo The Digital Box.

La nuova tecnologia valorizza la sfida dell’amministrazione 4.0, con un prodotto specifico e innovativo realizzato su misura per la Pubblica Amministrazione, rivolto anche a persone diversamente abili e replicabile per altri servizi ed enti pubblici e privati. Le potenzialità dell’assistente virtuale del Comune di Siena. Da casa o dal proprio smartphone il residente non dovrà più sottoporsi ad estenuanti file e orari di apertura, ma avrà un dialogo diretto con l’assistente virtuale attraverso la piattaforma online messa a disposizione dal Comune di Siena e accessibile anche alle persone non udenti e non vedenti. Il sistema è realizzato in due lingue, italiano e inglese, con l’obiettivo di valorizzare la politica di integrazione per i residenti del Comune di Siena e facilitare i servizi ai cittadini stranieri e agli studenti dell’Università di Siena e dell’Università per Stranieri.

“Grazie alle tecnologie di Intelligenza Artificiale – spiega il Sindaco di Siena, Luigi De Mossi – Siena si fa apripista di un progetto che permette di coniugare innovazione tecnologica, burocrazia e facilità di accesso alle informazioni applicate alla Pubblica Amministrazione. Con la tecnologia della Digital Human Interface, infatti, l’assistente virtuale ha un volto e una voce, integrato a un sistema intelligente di raccolta dati che permetterà di reperire in breve tempo le informazioni richieste.”

“Con l’Assistente Virtuale realizzato per il Comune di Siena – dichiara Marco Landi, presidente di QuestIT – si inaugura un nuovo servizio, il primo in Italia, rivolto al cittadino. Grazie alle innovative tecnologie di QuestIT, il servizio comunale sarà più vicino alle persone, utilizzando un’interfaccia facilmente accessibile. Ma soprattutto niente più perdite di tempo, perché con il chatbot sarà possibile avere il servizio in tempi stretti senza uscire di casa”.

“Grazie all’impiego degli Assistenti Virtuali di Algho e delle tecnologie di QuestIT – commenta Ernesto Di Iorio, CEO di QuestIT – Siena punta a diventare una delle capitali dell’innovazione in Italia, portando avanti un sistema in logica di Smart City e multicanalità. La vera innovazione avviene solo quando grandi tecnologie sono messe a disposizione delle persone e questo connubio cambia il modo di vivere e pensare. È l’obiettivo che QuestIt porta avanti ogni giorno e che ha dato vita a questo progetto con sistema innovativo che punta a semplificare la vita alle persone unendo le nuove tecnologie e la pubblica amministrazione.”